slot machine soldi veri

slot machine soldi veri Mentre la privatizzazione di La Française des Jeux sembra ormai inevitabile, il Governo prenderebbe in considerazione soluzioni per rivitalizzare il mercato del gioco d’azzardo in Francia.
In effetti, l’apertura del mercato dei giochi online nel 2010 non ha avuto gli effetti desiderati e decisioni forti come un calo della tassazione delle scommesse sportive e del poker o l’autorizzazione dei giochi di casinò online potrebbe essere visto come un modo per cercare di aumentare il settore.
Al fine di rivitalizzare il settore dei giochi in Francia, il Governo, in particolare Bercy, sta studiando la possibilità di aumentare i giochi disponibili per aprire un po’ di più il mercato del gioco d’azzardo online.
Sarebbe quindi favorevole all’allargamento delle scommesse sportive, consapevole che possono potenziare il gioco sui cellulari.
Per ARJEL, il settore dei giochi in Francia ha molto da guadagnare con l’autorizzazione di giochi da Casinò on-line per gli operatori con licenza e l’operatore di Casinò francesi, dal momento che questi sono più di 500.000 giocatori francesi che potrebbe reintegrare il mercato del gioco d’azzardo in Francia.
Allo stesso tempo, nel contesto dei giochi di casinò legalizzati, è una ricchezza di 600 milioni di euro di fatturato che aumenterebbe gli operatori mentre lo stato trarrebbe beneficio dalle entrate fiscali associate.
Inoltre, alcuni dei più grandi casinò francesi (Partouche, Barriere, JOA, etc.) sarebbero particolarmente inclini ad accoppiare la loro offerta a un’offerta digitale per formare un cocktail che potrebbe diventare esplosivo e, soprattutto, alla fine proteggerebbe anche i giocatori di casino francesi contro la dipendenza.
In effetti, attualmente i giocatori di casinò francesi sono la “preda” di operatori senza scrupoli, fino ad oggi sono pochi i casinò online con slot machine con soldi veri affidabili per i giocatori francesi, una dozzina al massimo.
Il restante, 90%, sono siti che non pagano le vincite, mettono condizioni inaccettabili nel caso di bonus di deposito, gestioni mafiose, supporto clienti inesistente e anche slot machine copiate o false.
Regolare questo settore il prima possibile è recuperare i giocatori di casinò francesi abbandonati a causa di un’offerta di gioco troppo restrittiva è la priorità del momento.
Anche il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha un’altra idea per rilanciare il settore del gioco d’azzardo in Francia: aumentare il tasso di rendimento dei giocatori.
Ora il limite è posto all’85% e potrebbe essere innalzato al 90% per competere meglio con gli operatori stranieri e, in particolare, rimpatriare i giocatori che scommettono su siti di scommesse sportive non approvati dall’ARJEL.
Ma qui, a livello sociale, una tale misura potrebbe essere fortemente criticata perché risulterebbe un controsenso il tenere il discorso del voler “combattere la dipendenza” quando allo stesso tempo si tratta di aumentare il tasso di rendimento dei giocatori.